Google Translate
Italian Chinese (Traditional) Dutch English French German Japanese Portuguese Russian Spanish

Gatto dei boschi

uomo gatto selvatico  
Lunghezza cm 50/70 + 25/35 (coda)
Altezza al garrese
cm 30/35
Peso Kg 3/8
Segni di presenza miagolii, fatte
IconaPdf redsfumato Scarica la scheda in italiano ed in Inglese

Antenato del gatto domestico, il Gatto dei boschi si distingue oggi in diverse sottospecie distribuite in Eurasia ed Africa. La sottospecie presente in Europa denominata (Felis sylvestris sylvestris) ha l’aspetto di un grosso e muscoloso gatto soriano. Il Gatto dei boschi ha la testa larga e il muso leggermente schiacciato e una pelliccia molto più folta e più lunga di quella di un gatto domestico. Nel complesso è un felino piuttosto compatto, con gambe corte e robuste, orecchie grandi e mobili, coda massiccia e foltissima, lunga all’incirca come la metà del corpo. La pelliccia, piuttosto chiara, presenta delle strisce scure sulla testa, sul collo e sugli arti, mentre la spessa coda -che non è mai a punta- è sempre caratterizzata da alcuni anelli scuri e dalla parte terminale nera. Il Gatto dei boschi europeo è un carnivoro adattabile ed essendo una specie eclettica abita una grande varietà di ambienti forestali, dai boschi di conifere a quelli di latifoglie, alla macchia mediterranea. Sembra che normalmente non frequenti le quote più elevate e se può preferisce non muoversi sulla neve profonda. Parimenti evita le aree coltivate o antropizzate. Il Gatto dei boschi è strettamente notturno in estate, ma talvolta in inverno si muove anche durante di giorno. Questi affascinanti felini possono rimanere nella tana anche per diversi giorni durante abbondanti nevicate, pioggia o vento forte.
Il Gatto dei boschi cattura principalmente roditori, ma si nutre anche di piccoli uccelli, anfibi ed insetti. Talvolta può uccidere anche prede delle dimensioni di una lepre o di un giovane capriolo. La caccia si svolge soprattutto sul terreno, dove si muove lentamente in silenzio, utilizzando la vista acuta ed un sensibilissimo udito in grado di rilevare i minimi movimenti della preda. Le sue vittime, raggiunte con un balzo formidabile, sono immobilizzate con gli artigli retrattili ed affilati, ed uccise con un morso letale al collo. Il Gatto dei boschi è un animale estremamente elusivo e solitario che difende ferocemente il proprio territorio. Utilizza urina e feci per marcare con segnali olfattivi il proprio home range. I maschi generalmente hanno un territorio più grande di quello delle femmine. I piccoli, di solito 3-6 gattini sono allevati in una tana nascosta tra le rocce, all’interno di un vecchio tronco cavo o in una tana di volpe abbandonata. I gattini nascono ciechi e inermi. Per insegnare ai gattini come uccidere la preda, la femmina porta alla tana dei piccoli animali vivi. La femmina termina l’allattamento dei piccoli all’età di 2 mesi. I giovani gatti dei boschi iniziano di seguire la madre nelle battute di caccia quando hanno circa dieci settimane di vita, diventando completamente indipendenti a cinque o sei mesi.